La mattina ci vorrebbe un miracolo: base trucco per incapaci (come me).

Sarò breve. C’è gente che soffre di patologie serissime, come l’occhiaite cronica e il desopraccigliamento congenito, oppure si ritrova saltuariamente a soffrire di maledettibrufolettite. Così, senza motivo apparente (fingiamo che pranzi e cene di natale non abbiano giocato un ruolo). 
E non è affatto detto che questa gente sia in grado di fare i miracoli, farsi le maschere con la frutta e i cetrioli sugli occhi, scrubbare la pelle col limone intinto nello zucchero di canna e cose del genere. Può darsi che quella gente sappia a stento picchiettare un correttore con le dita, e manco quello. E quando dico ‘gente’ intendo, chiaramente, me. Ma magari anche voi, chi può dirlo. Di seguito una guida essenziale, da NON esperta, alla base trucco. Per camuffare al meglio e rendersi quantomeno presentabili. Nei limiti della decenza, ecco.

base-trucco-morbidalavita-makeup-trucco-fotografico-contouring-curvy-blogger-blog-plus-size-viso-tondo

1. Che dire? Un disastro. Cominciamo.

2. Applichiamo il correttore con le dita, come facevano gli antichi, su: occhiaie, brufoletti e imperfezioni varie e, se avete la palpebra scura e i capillari in vista (come me, intendo), anche sulle palpebre. Io ho utilizzato il Full Coverage Concealer di Kiko. Ovviamente, abbiate premura di sfumare bene i contorni per evitare uno stacco troppo netto, anche se poi andremo a coprire col fondotinta e minimizzeremo.

3. Applicate il fondotinta, quello che più si adatta al vostro tono e che usate abitualmente (alcune risponderanno che non usano fondotinta ma solo una bbcream: ok, va bene lo stesso, procedete). Anche in questo caso state attente a coprire tutto il viso e, soprattutto, a sfumare bene sul collo (niente. linee. nette. mai). Io ho utilizzato l’All Day Mat Foundation di Kiko.

4. Con un fondotinta in crema di un tono più scuro del vostro e l’aiuto di una spugnetta, evidenziate l’incavo sotto gli zigomi/i contorni del viso/i lati del naso (quest’ultimo solo se vi piace rimpicciolirlo leggermente. Se avete il naso pressoché invisibile, evitate di ridurlo ulteriormente). Picchiettate, picchiettate, picchiettate con la spugna finché otterrete il risultato che volevate. Ovviamente, anche qui, bisogna sfumare ed evitare di creare linee nette e stacchi orribili. Quando avete finito col fondotinta, datevi una spennellata di cipria invisibile in ogni dove. I prodotti che ho utilizzato io: Chanel Pro Lumière (rubato alla mamma) – Pupa Professional Powder – Cipria trasparente. Se volete proprio esagerare con il contouring e l’effetto che avete ottenuto col fondotinta non vi basta, potete continuare ad accentuare le ombre utilizzando una terra. Ma sappiate che, se uscite alla luce del sole, sembrerete truccate per carnevale. Meglio limitare i danni.

5. A questo punto bisogna illuminare certe zone. Potreste possedere un illuminante… in tal caso: congratulazioni. Io non lo avevo ed ho usato semplicemente un ombretto bianco molto luminoso. Dovete illuminare l’angolo interno dell’occhio (importantissimo), il dorso del naso, il centro della fronte e del mento, la linea inferiore esterna delle sopracciglia (che ho detto? Boh, spero mi capiate!). Se vi piacciono gli occhi allungati e non avete intenzione di proseguire con trucchi super-elaborati, allungate semplicemente l’occhio con una matita grigia, marrone o nera (dipende dal vostro incarnato e da quanto forte la vogliate), disegnando una sottile linea sulla palpebra superiore, all’attaccatura delle ciglia, che si estenda oltre l’angolo esterno del vostro occhio di qualche millimetro – e curvi anche verso l’alto, eventualmente, altrimenti vi fate gli occhi da triglia. Cominciate ad ammorbidire le labbra con un velo di burrocacao, specie se le avete secche come le mie.

6 e 6 bis. La mia ultima scoperta: quanto cambia un viso se definisci le sopracciglia. Prendete un pennello rigido e angolato (il 204 di Kiko è perfetto ed è attualmente in saldo a soli 4 euro), trovate un ombretto che si avvicini al colore delle vostre sopracciglia e, col pennello, prima disegnate  i contorni delle sopracciglia e poi riempite. Questa è la procedura base, per perfetti incapaci, quindi non venite a dirmi che non si fa così: non importa, noi negate ci adattiamo! Inoltre vi consiglio di utilizzare sempre un gel per fissarle: io utilizzo l’Eyebrow Designer di Kiko. A questo punto, la base è completa. Dovrete aggiungere ombretti/rossetto di vostra scelta e mascara. O, se preferite un look acqua e sapone, giusto il mascara.

Extra – 7. Io ho completato il make-up utilizzando due tonalità d’ombretto, un eyeliner (il Liquid Eyliner di Eyeko) e delle ciglia finte ( le Natural di Kiko)

Quante volte ho detto Kiko? Tantissime. Mi pare chiaro che non navigo nell’oro 😀

Grazie per l’attenzione, spero di esservi stata utile!

AD:
Giorgia Marino

Curvy blogger italiana, graphic designer, social manager, copywriter... e tante altre cose (piuttosto noiose) che vi risparmio volentieri. Mi piace fare di tutto e, come tutte le persone eclettiche, ho il sospetto di non eccellere in niente :)