Il Timo Gourmet (Catania) – lusso, nel senso più puro del termine.

Premessa

Quando ho cominciato a scrivere questo articolo avevo più o meno chiari gli intenti; tuttavia, ero un po’ meno sicura degli aggettivi da usare. Poi, l’illuminazione:

In realtà, come immaginerete, la definizione continua per righe e righe e il termine assume diverse accezioni, ma mi concederò il lusso (per l’appunto) di ignorarle e concentrarmi su quelle due righe scarse che, peraltro, sono le prime: mi piace pensare che non sia un caso e che il significato originale della parola sia racchiuso proprio lì.
Il timo Gourmet è un ristorante sito all’interno dell’hotel Sheraton Catania, su lungomare di Acicastello (CT). Da Giugno a Settembre i tavoli vengono allestiti in una deliziosa terrazza sul mare con tanto di piscina e ciò rende l’esperienza, se possibile, ancora più piacevole.

Abbondanza di cose deliziose




Il menu viene aggiornato settimanalmente, dunque è impossibile consigliarvi questo o quel piatto nello specifico. Tuttavia, a questo indirizzo potrete trovare una versione digitale del menu settimanale (non sono sicura che venga costantemente aggiornato, ma è comunque un modo per farsi un’idea sommaria). Nel nostro caso, il menu proponeva soprattutto piatti a base di tonno. E che tonno: mangio fuori di frequente ma, vi assicuro, un tonno così buono e fresco non mi capita tra i denti molto spesso.

Le paure: il nome, la fama, la location… il conto!

L’executive chef Saverio Piazza gode di notevole fama; l’hotel Sheraton è, come in ogni città, considerato un hotel di categoria superiore; la terrazza, i coperti, il personale: tutto è impeccabile.
Inutile negarlo: con queste premesse, temevamo che ci avrebbero spennati. Lo avreste pensato anche voi!
Anzi: a dirla tutta, se non avessi insistito particolarmente, non lo avremmo provato proprio per questa ragione.

Beh, amici, non è stato niente di così terribile. Quando, a cuor leggero, vi mettete a sedere in uno di quegli orribili ristoranti ‘a tema’ in franchising (di solito presenti soprattutto dentro i centri commerciali), finisce sempre che spendiate cifre ben più alte per mangiare cibo di pessima qualità.

E, per corroborare la mia tesi, ecco quanto ci è costato deliziare le nostre papille gustative.

Forse potrei essere pignola e trovare da ridire che, a fronte di un piatto di pesce fresco a 14 euro, il costo di alcuni ‘accessori’ sembra esagerato. Potrei, ma non lo farò.
Considerando tutto nell’insieme, credo che il gioco valga la candela e mi sento di consigliare questo ristorante a tutti. O, quantomeno, a tutti quelli che amano mangiare bene e riconoscono la differenza tra ‘Passabile’ e ‘Ohhhh mamma! Passamene ancora!’ 🙂

Complimenti, chef!

AD:

Giorgia Marino

Curvy blogger italiana, graphic designer, social manager, copywriter... e tante altre cose (piuttosto noiose) che vi risparmio volentieri. Mi piace fare di tutto e, come tutte le persone eclettiche, ho il sospetto di non eccellere in niente :)

  • Interessante recensione, grazie! Conosco parecchi dei ristoranti di Ct ma questo non l’avevo mai provato.

    • Giorgia Marino

      Sono moooooooooooooolto contenta che tu l’abbia trovato utile, pensavo non l’avesse letto nessuno 😛

      🙂

  • In realtà passo spesso da qui (oddio sta cosa sa tremendamente di stalker XDDD) e quando ho visto Ct mi sono lanciata subito.

    • Giorgia Marino

      Beh, io sono di Catania e sto per recensire un altro ristorante che ieri, con un filetto al pepe verde, ha fatto letteralmente impazzire le mie papille gustative <3