Our week on Instagram #10 in collaborazione con Stylosophique. La gnagna raddoppia.

10/09/2012-17/09/2012

Buongiorno e buon lunedì! Da una bionda in cerca di casa, ecco il consueto resoconto della settimana su Instagram.

Questo post è in collaborazione con la mia amica Iris del blog “STYLOSOPHIQUE“. Se siete curiosi di vedere la sua settimana su Instagram potete cliccare QUI!

‘Terzo: ci vuole forza di volontà e ghiaccioli
per affrontare l’afa e la siccità da soli
Quarto: io sono qui, sto davanti a lei che mi spiega
tanto non cambia nulla, io sto così e chissenefrega!

Io sto benissimo (x3)
benissimo!’

(Daniele Silvestri, Sto benissimo)

Una pizzetta per colazione. Una di quelle cose che puoi fare solo in sicilia (e lo dico perché ho vissuto altrove e non ho mai avuto il piacere di trovare una pizzetta in giro ù.ù) e solo una volta ogni tanto, se vuoi vivere.

LOL

Cena all’acqua e al vento. Buona. Forse un po’ rapida, per via delle intemperie. Però buona 😛
Poi, altra tappa per il dolce.
Al di là del menu, scritto da simpatici umoristi, io ero andata per una fetta di cheesecake e ho trovato solo questa super-americana con 4 strati di vaniglia e un’invasione di nutella. Non lo so, sarà che non amo i dolci, ma ‘sta cosa era abbastanza anonima.

LOL (2)

Frangia! Oh, Frangia! Vabbuò, ja, ti voglio bene.


Outfit! Col cellulare, perché ancora non ho risolto il problema delle foto (ahimè!)
Canotta: Pimkie | Cintura: Promod | Coprispalle (per quel poco che si vede): Bershka | Cintura: Promod | Gonna: non me lo ricordo, magari ripasso dopo e lo scrivo 😛

Foto inutili, ma di quell’inutilità talmente inutile che, anche volendo inventare una didascalia interessante, proprio non puoi!

That’s all folks!

Ripeto: questo post è in collaborazione con la mia amica Iris del blog “STYLOSOPHIQUE“. Se siete curiosi di vedere la sua settimana su Instagram potete cliccare QUI!

AD:
Giorgia Marino

Curvy blogger italiana, graphic designer, social manager, copywriter... e tante altre cose (piuttosto noiose) che vi risparmio volentieri. Mi piace fare di tutto e, come tutte le persone eclettiche, ho il sospetto di non eccellere in niente :)