Niente foto, solo blablabla

Oggi niente foto.
Lo so, volete già chiudere e passare oltre… ma provate ad aspettare un attimo, non ci vorrà molto. Quando, mentre cercavo di trovare la posizione giusta in una notte insonne, mi è venuto in mente di aprire un blog, pensavo che sarebbe servito come valvola di sfogo. Così, semplicemente un diario online dove piazzare le foto dei miei discutibili abinamenti, qualche dissertazione filosofica sulle notizie ‘curvy’, qualche anatema contro la discriminazione da parte degli altri o contro la mancanza di autostima (che è comunque la peggiore bestia da sconfiggere). Pensavo a questo e a nient’altro.
Non mi ero resa conto che, comunque, dare vita a qualcosa (anche un blog) è comunque esporsi… e mette in moto una serie di meccanismi che possono prendere qualunque tipo di piega, indipendentemente dai tuoi intenti e dalla tua volontà.Ultimamente ho ricevuto complimenti su cose che non pensavo neanche di aver messo sul piatto. Il modo di scrivere, per dirne una fresca. E chi ci pensava? Tra una foto e l’altra c’è gente che legge quelle quattro righe e cerca di carpirne il senso: è emozionante.

Ho iniziato a fare dei video (video tag, peraltro molto pallosi, ma è comunque un modo per iniziare), e anche questo non era in programma.

Insomma, non la farò tanto lunga perché non voglio annoiarvi e avevo promesso, all’inizio, che non ci sarebbe voluto molto.

Ma voglio comunque dirvi una cosa molto semplice: dovete, al minimo accenno di voglia di farlo, sempre e comunque mettervi in gioco; dovete sempre sperimentarvi; dovete sempre essere parte attiva (non importa di cosa) e non spettatori.

Altrimenti non potrete mai sapere chi e cosa siete davvero, ma soprattutto vi perdete tutto il divertimento.

Spero che uno 0,005% di voi si lasci convincere e, in ogni caso, abbraccio virtualmente tutti <3

Buona giornata! 🙂

Ah, dimenticavo: un brevissimo messaggio per i fan sulla pagina facebook!

AD:
Giorgia Marino

Curvy blogger italiana, graphic designer, social manager, copywriter... e tante altre cose (piuttosto noiose) che vi risparmio volentieri. Mi piace fare di tutto e, come tutte le persone eclettiche, ho il sospetto di non eccellere in niente :)