Tu chiamale, se vuoi… ‘senza pace’

Voi, quelle come me, le chiamate ‘vulcaniche’. Non invento nulla, ho passato l’intera settimana della moda a Milano sentendomi definire così.
Voi le chiamate ‘vulcaniche’. Io le chiamo ‘senza pace’. O, in alternativa, ‘cche pulici (infestate dalle pulci).

Avere tante idee, essere colti da illuminazioni improvvise (perché a te che ce le hai, sulle prime, sembrano sempre OTTIME idee… poi, col passare dei minuti o delle ore, cominci a rinsavire e distinguere un’idea più o meno buona da una pessima idea), non è tipico di persone particolarmente equilibrate e serene; oddio, non è una regola, magari la sto sparando grossa… ma, stando a quello che ho visto in trent’anni e alle persone che ho incontrato, questa considerazione trova spesso riscontro.

donne-con-le-curve-cellulare-curvy-blogger-sfilata-prada-promozione-rivista-magazine gama-style-hair-stylist-milano-carlyle-brera-cafe-giorgia-marino-morbidalavita

Di solito sono quelle che provano a fare cinque, sei, sette, dieci cose contemporaneamente (senza finirne per bene una, peraltro); sono quelle che hanno il telefono in mano in ogni situazione, che devono ‘controllare come procede’ (ma come procede cosa? Che succede, se ti estranei per qualche ora… implode l’universo?); sono quelle che non hanno tempo né per la famiglia né per gli amici né (figuriamoci) per farti un favore, e vanno SEMPRE a letto, la sera, con la sensazione di aver perso moltissimo tempo e di non aver dato il massimo. Domani andrà meglio. Domani andrà sicuramente meglio.

Vorrei provare a guarire.
Avere tante idee va bene, ma vorrei imparare a concentrarmi solo su quelle universalmente riconosciute come buone, saltando a pie’ pari tutte quelle genialate che dopo un paio d’ore che ne parli (e, dunque, un paio d’ore sottratte a cose utili) risultano pura follia; imparare a delegare e cancellare pensieri distruttivi (e presuntuosi) come: ‘devo farlo io, se lo fa un’altra non funzionerà mai’. Mea culpa.

Cominciamo da questi due semplici passi: concentrarsi su poche (ma buone) idee per volta e, soprattutto, delegare.
Se siete anche voi ‘senza pace’, so che comprenderete. Proviamo a fare un passettino insieme verso la guarigione 😛

Scusate per questa pagina da manuale di auto-aiuto, ma oggi ho avuto questo istinto.

A presto!

AD:
Giorgia Marino

Curvy blogger italiana, graphic designer, social manager, copywriter... e tante altre cose (piuttosto noiose) che vi risparmio volentieri. Mi piace fare di tutto e, come tutte le persone eclettiche, ho il sospetto di non eccellere in niente :)