In vacanza su un’isola: Sicilia e Sardegna

Mete esotiche, decine di migliaia di chilometri, voli intercontinentali… per scoprire luoghi paradisiaci attraversiamo il globo in lungo e in largo ma, prima di recarci altrove, siamo sicuri di avere un’idea di quali tesori si nascondano proprio qui, in casa nostra? Non penso di esagerare se dico che l’Italia è stracolma di luoghi incantevoli da scoprire e visitare e, forse, per vederli tutti ci vuole una vita. Storia e cultura, natura e paesaggi mozzafiato: qui non manca niente.

Sognate una vacanza su un’isola da sogno? Prima di partire per i Caraibi, fate un pensierino – e anche più di uno – sulle nostre isole più grandi: la Sicilia, che è anche casa mia, e la Sardegna.

Sicilia

Pur essendoci nata e avendola esplorata un bel po’, mi capita ancora di vedere per la prima volta posti che – in ben 33 anni – non avevo ancora scoperto. Paesi abbarbicati sulla costa a strapiombo sul mare, spiagge paradisiache, panorami mozzafiato… da dove cominciare? Questa infografica vi propone i 5 luoghi simbolo per una vacanza indimenticabile, e sono tutti ottimi suggerimenti!

Infografica Sicilia 5 luoghi simbolo da visitare

Ma, a questa piccola lista, vorrei aggiungere qualcosina:

  • Non potete non godervi qualche ora di mare a San Lorenzo (SR):  relax sulla sabbia bianca, una nuotata in acque limpide e – nei periodi giusti – un incontro ravvicinato con delle tenerissime (baby) tartarughe marine; subito dopo, un aperitivo nella vicina Marzamemi (SR) – un borgo marinaro che vi incanterà (e che vi avevo già raccontato in questo articolo);
  • Ancora più in alto di Taormina troverete Castelmola (ME). Una passeggiata (il panorama è mozzafiato) e una visita al pittoresco Bar Turrisi – con assaggio di vino alla mandorla, specialità locale – basteranno a farvi apprezzare il posto;
  • Non potete non passare da Ortigia (SR), l’isola nell’isola, il vero cuore (antico) della città di Siracusa. Meravigliosa e suggestiva, sia di giorno che sotto la luna, ne apprezzerete di certo monumenti e architettura e, se posso, vi consiglio anche di approfittare per una cena a base di pesce (il mio ristorante preferito è Porta Marina – Da Salvo);

Sardegna

Isola misteriosa, ricca di bellezze naturali e luoghi da scoprire, è una delle mete molto ambite in estate per trascorrere la villeggiatura. L’ho visitata- ahimè – per troppo poco tempo e quando ero troppo giovane ma ne conservo ancora un ricordo fantastico, di spiagge bianchissime, acque cristalline e macchia mediterranea che va dal verde al rossiccio. È difficile scegliere cosa visitare, l’infografica che trovate di seguito vi segnala 5 aree che rappresentano il grande patrimonio naturalistico sardo e che dovete vedere almeno una volta nella vita.

Infografica Sardegna, cinque aree del grande patrimonio naturalistico sardo

Inoltre vi consiglio:

  • La splendida città di Alghero (SS), con i suoi muraglioni a picco sul mare, meglio ancora se riuscite a godere del tramonto sul mare mentre vi gustate un buon aperitivo in uno dei bar lungo le mura.
  • L’arcipelago della Maddalena, patrimonio dell’Unesco, attraverso escursioni in barcone permette di visitare spiagge e calette non accessibili via terra.
  • La città di Cagliari, con il suo lungo mare attrezzato e il centro storico, caratterizzato da viuzze dove potete ancora trovare qualche bottega artigiana. Il Bastione di San Remy, nel quartiere di Castello, consente di godere di una vista mozzafiato.
  • I murales di Orgosolo (NU) e il Museo di Mamoiada, si trovano nel cuore dell’isola, in Barbagia, dove potrete approfondire maggiormente la vostra conoscenza della tradizione popolare sarda.

Se vi state chiedendo come raggiungere le isole, basterà prendere un volo aereo e una volta arrivati all’aeroporto sia esso siciliano o sardo, vi consiglio di prenotare un’auto per godere in autonomia e libertà i vostri spostamenti. In alternativa potete scegliere di viaggiare via mare, prenotando un traghetto. In questo caso potete scegliere di portare con voi la vostra macchina privata. Se vi trovate nell’Italia settentrionale, potete prendere uno dei traghetti da Genova a Olbia – 10 ore di percorrenza e la vostra vacanza (esotica, eppure ‘in casa’) avrà inizio! Siete ancora qui?

 

AD:

Giorgia Marino

Curvy blogger italiana, graphic designer, social manager, copywriter... e tante altre cose (piuttosto noiose) che vi risparmio volentieri. Mi piace fare di tutto e, come tutte le persone eclettiche, ho il sospetto di non eccellere in niente :)

  • Veronica

    Quanto hai ragione!!! Abbiamo il paradiso veramente a portata di mano. Grazie per questi bei suggerimenti.

  • Marialisa

    sono le due isole meravigliose!